Magnetoterapia

magnetoterapia2

La magnetoterapia è una tecnica utilizzata in fisioterapia per trattare diverse patologie osteoarticolari. Si basa sull’applicazione di campi magnetici continui o variabili, attraverso l’uso di particolari placche polarizzate. E’ una delle terapie che comporta meno effetti collaterali.

La magnetoterapia è un valido aiuto nel caso di: reumatismi, tendiniti, nevralgie, Atrofia di Sudek, contusioni, piede diabetico, asma bronchiale, lombalgie, tunnel carpale.
Si distinguono tre forme di magnetoterapia: statica, a bassa frequenza e ad alta frequenza.

La prima è la più semplice e si basa sull’applicazione di magneti sulle zone da trattare. La magnetoterapia a bassa frequenza rientra in un range compreso tra 10 e 200 Hz, quella ad alta frequenza utilizza le frequenze radio, da 18 a 900 MHz, quindi più potenti.
Per poter vedere i primi effetti positivi, è necessario sottoporsi ad almeno una decina di sedute da 30 minuti ciascuna. Non è pensabile ottenere dei miglioramenti con sedute di pochi minuti, anche se ripetute più volte a settimana.