Terapia cranio sacrale

La terapia cranio sacrale è una tecnica manuale dolce e non invasiva, nata dalle intuizioni dell’osteopata William Garner Sutherland, che si è evoluta in un trattamento che riconosce le profonde capacità di autoguarigione del corpo.

Il massaggio cranio sacrale è una tecnica di massaggio olistico che prevede un tocco molto leggero del fisioterapista sulle ossa craniche e sulla colonna vertebrale, alla ricerca di un “contatto” con il ritmo cranio-sacrale che andrà assecondato e stimolato. Grazie ai vari collegamenti tra i sistemi che regolano il funzionamento dell’organismo, quindi, la terapia cranio sacrale è in grado di apportare benefici a tutti i livelli: da semplice trattamento anti-stress, esso può essere in grado di riequilibrare la postura, i muscoli, l’apparato gastroenterico e di migliorare la respirazione.
Risulta un trattamento idoneo nella cura della sciatalgia, dei mal di schiena, dei traumi da parto, colpi di frusta, emicranie, scoliosi, vertigini e problemi dell’articolazione mandibolare.

Dal punto di vista operativo, il fisioterapista praticherà delle leggere manipolazioni dell’osso sacro e delle articolazioni craniche, stimolando la circolazione del liquor.
Nonostante la delicatezza con la quale viene praticato, il trattamento è in grado di agire profondamente sul sistema nervoso, influenzando sia il sistema ormonale che quello immunitario, favorendo quindi l’armonia degli stati psicologici ed emotivi, ovvero stimolando uno stato di benessere che, in base al concetto olistico dell’essere umano, favorisce l’armonia tra corpo, mente e spirito e quindi la guarigione dalle più diverse patologie oltre che la loro prevenzione.
Per la sua natura non invasiva, la terapia cranio-sacrale può essere praticato sulle persone anziane e sulle donne in gravidanza.